Bollito Misto. Scopri L'Abbinamento Con Il Vino Ideale - Che Vino!

Che vino abbinnare con: "Bollito misto"

Che vino scegliere con il Bollito Misto? Qual è il vino giusto da abbinare al bollito? Sono le classiche domande che ci vengono fatte quando durante l'inverno viene preparato il Bollito di Carne. La ricetta del Bollito in Piemonte richiede sette tipi di tagli di carne differenti, sette tipi di frattaglia differenti e sette tipi di verdure che servono ad accompagnare la carne e un ruolo fondamentale viene ricoperto dalle salse, la ricetta ne prevede cinque. Per questo motivo scegliere il vino giusto da abbinare al bollito misto non è una cosa semplice. Noi di Che Vino preferiamo gli abbinamenti classici con i vini Piemontesi a base Nebbiolo o Barbera, ma ci possiamo spostare anche in altre regioni di Italia. Ad esempio possiamo scegliere un vino bianco macerato (Orange Wine) prodotto in Emilia oppure possiamo scegliere una Bonarda dell'Oltrepò Pavese.
Ordina:

Rivetto

"Langhe Nebbiolo" 2018 Langhe DOC

Vitigni:
Barbera, Nebbiolo
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Artigianali, Biologici, Demeter, Lieviti indigeni
Grappoli Che Vino!:
2

Il Langhe Nebbiolo DOC di Rivetto è un vino rosso di territorio, fresco, succoso e vinoso. E’ ottenuto dalla fermentazione spontanea e dall’affinamento in vasche d’acciaio inox termo-controllate per almeno 10 mesi. Al naso aromi di frutta rossa giovane, animano un sorso asciutto, fresco, di buona struttura tannica e profondità minerale.

Cascina Fontana

"Rosso" 2019 Vino rosso

Vitigni:
Uve rosse
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Artigianali, Lieviti indigeni, Senza solfiti aggiunti, Triple A
Grappoli Che Vino!:
2

Il “Rosso” di Cantina Fontana è un vino rosso di matrice territoriale. Nasce dalla voglia di sperimentare e osare di Mario Fontana. Dopo la macerazione dell’uva, principe delle langhe, assieme con i raspi (di ispirazione francese Beaujolais). Il vino prosegue la sua maturazione in botti di vetro-resina. Al naso i profumi sono di frutta rossa e di sotto bosco, con note erbacee e macchia mediterranea.  Il sorso è austero e ben equilibrato con una bella freschezza è un finale fruttato.

Giulia Negri

"Pian delle Mole" 2018 Langhe DOC

Vitigni:
Nebbiolo
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Artigianali, Lieviti indigeni
Grappoli Che Vino!:
2

Il “Pian delle Mole” di Giulia Negri è un vino rosso intenso che dona un bouque ricco di profumi che spaziano dai frutti rossi da giovane, ma che si presta anche all’invecchiamento, tendendo poi ad aromi più terziari come la spezia e il caffè. Al palato è caldo, morbido e persistente.

Rivetto

"Zio Nando" 2017 Barbera d'Alba DOC

Vitigni:
Barbera
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Artigianali, Biologici, Demeter, Lieviti indigeni
Grappoli Che Vino!:
3

“Zio Nando” di Rivetto è una Barbera d’Alba DOC è vino rosso prodotto con uve Barbera di un’unico vigneto dai terreni sabbiosi. Il bouque regala profumi intensi di frutta rossa, spezie e agrumi mentre in bocca ha un bel corpo e grande equilibrio. Vellutati i tannini con un finale lungo e fruttato.

Giulia Negri

"La Tartufaia" 2016 Barolo DOCG

Vitigni:
Nebbiolo
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Artigianali, Lieviti indigeni
Grappoli Che Vino!:
3

Il Barolo di Giulia Negri “La Tartufaia” è la personale visione del territorio di “La Morra” della produttrice che sapientemente trasforma le uve di nebbiolo in un vino rosso importante ed elegante, dal gusto profondo e fine. Al naso i profumi sono di frutta rossa, frutta di bosco con note di tabacco e liquirizia. Al palato è corposo, avvolgente con un tannino setoso  e con sensazioni terrose ed ematiche che chiudono il sorso.

Giulia Negri

"Barbera D'Alba" 2017 Barbera d'Alba DOC

Vitigni:
Barbera
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Artigianali, Lieviti indigeni
Grappoli Che Vino!:
1

La Barbera D’Alba di Giulia Negri è un’interpretazione moderna della Barbera, grazie ai terreni ricchi di minerali del cru La Morra. Le uve vengono raccolte in piccole cassette e rigorosamente a mano. Le uve vengono pigiate e lasciate fermentare spontaneamente in tini di acciaio, successivamente il vino matura per circa 16 mesi in parte in acciaio e in tonneaux di rovere francese. Al naso i piccoli frutti rossi e cuoio sono i sentori maggiormente presenti, in bocca il sorso è schietto e secco.

La Stoppa

"Macchiona" 2013 IGT Emilia

Vitigni:
Barbera, Croatina
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Artigianali, Lieviti indigeni, Senza solfiti aggiunti, Triple A, Vignaioli Indipendenti
Grappoli Che Vino!:
1

Il vino rosso “Macchiona” di La Stoppa è prodotto con la vinificazione delle uve Bonarda e Barbera, due vitigni a bacca rossa tipici del piacentino. Il vino rimane a contatto con le bucce per circa 40 giorni in tini d’acciaio, prosegue la sua maturazione in botti di rovere per almeno 12 mesi. Al naso i profumi sono intensi e complessi: frutta rossa matura, confetture di more, pepe nero e sensazioni ossidative. Il sorso è tannico, succoso con una buona sapidità e un’ottima persistenza.

La Stoppa

"Ageno" 2017 IGT Emilia

Vitigni:
Malvasia di Candia, Ortrugo, Trebbiano
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Artigianali, Lieviti indigeni, Macerati sulle bucce, Triple A, Vignaioli Indipendenti
Grappoli Che Vino!:
2

Il vino bianco “Ageno” prodotto da La Stoppa è un orange wine dalla grande complessità. E’ una dedica al fondatore dell’azienda l’avvocato Giancarlo Ageno, che ha sempre creduto nelle potenzialità del territorio. Le uve bianche utilizzate per questo grande Orange sono quelle tipiche piacentine: Malvasia di Candia, Trebbiano e Ortugo. La vinificazione avviene in vasche d’acciaio inox, la fermentazione è spontanea, le vinacce rimangono a contatto con il vino per 4 mesi. Successivamente il vino affina in botti di legno per almeno 12 mesi. Al naso i profumi sono complessi e intensi: smalto, uva passa, spezie orientali come la cuccuma e il curry. Al palato il vino è tannico, equilibrato e persistente.

Dicono di noi

Hanno parlato di noi

Scorrere fino all'inizio
Chiudere
Chiudere
Chiudere

Carrello

Shopping cart is empty!

Continue Shopping