Ancarani: Vini della cantina Ancarani Online su Che Vino!

Ancarani

Ancarani

L'azienda agricola Ancarani coltiva i vitigni più caratteristici della Romagna e un vitigno autoctono di Oriolo dei Fichi. Il padre spirituale dell'azienda si chiama Claudio Ancarani ed è un vignaiolo nel senso più completo del termine: sognatore, creativo, pieno di fantasia, motivato, molto legato al territorio e alla tradizione. Ama accostare il vino alla sua personalità definendolo rustico e schietto. Come tanti altri compagni di avventura, Claudio si è formato seguendo l'eredità e gli insegnamenti del nonno. La mission del progetto è produrre vini di qualità seguendo un taglio estremamente artigianale. Claudio Ancarani e sua moglie Rita Babini si definiscono vignaioli per passione e contadini per tradizione, questa semplice etichetta tocca direttamente il senso più profondo del loro lavoro.

Ancarani, parola d'ordine: biodiversità

In questa realtà si coltivano solo vitigni autoctoni romagnoli perché la biodiversità è un valore enorme da sostenere soprattutto per lo sviluppo di sistemi ecocompatibili e sostenibili. Tutelare la biodiversità significa anche difendere il luogo, la saggezza della cultura locale. La storia della vigna Ancarani inizia nel 1934, quando nonno Pietro acquistò una terra a Faenza prendendosi la responsabilità di proteggerla e raccontarla attraverso il lavoro. Gli eredi del nonno hanno raccolto questa eredità impegnandosi nella produzione di un vino di qualità - dal taglio artigianale - ottenuto attraverso una conduzione agricola biologica e una vinificazione rispettosa di vitigno e annata. La produzione è sempre limitata alla naturale espressione del territorio, i grappoli vengono diradati e selezionati a mano per garantire ricchezza e sanità. Le macerazioni sono lunghe per far sì che il vino possa ottenere tutti i benefici dell'uva.
Un altro piccolo ma interessante dettaglio: l'azienda si occupa anche di coltivare un grano denominato “Cappelli” ricavandone paste integrali ad alta digeribilità.

Ancarani, Indigeno

L'azienda agricola Ancarani produce Sangiovese, Albana, Centesimino e altri due vini autoctoni coltivati nelle colline di Faenza, vicino la rocca di Oriolo: un sito storico fortificato risalente al 1457, uno dei più antichi d'Italia.
Indigeno è un vino bianco frizzante dal colore giallo tenue. Si tratta di un vino fruttato e delicato, caratterizzato dall'assenza totale di zuccheri. Proviene da un vitigno 100% Trebbiano romagnolo della zona Oriolo dei Fichi, in provincia di Faenza.

Curiosità: vino e amore

Claudio Ancarani è solito paragonare il suo personale rapporto con il vino ad un amore viscerale, bellissimo, perché spinge ad accettare l'altro per quel che è. Ogni anno, non si sa mai con certezza cosa riservi davvero una vendemmia, bisogna attendere, convivere con i dubbi e, poi, lasciarsi sorprendere.

Informazioni

  • Regione: Emilia-Romagna
  • Anno fondazione: 1934
  • Indirizzo: via S. Biagio Antico 14 loc. Santa Lucia - 48018 Faenza (RA)

I vini della cantina Ancarani

Ordina:

"Per la gioia" 2019 IGT Ravenna

Vitigni:
Albana
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
2

“PerLaGioia” di Ancarani è un vino bianco prodotto dalle migliori uve a bacca bianca autoctone romagnole. La fermentazione avviene in modo naturale in acciaio. Al naso sono netti e intensi i profumi di frutta gialla, fiori gialli e camomilla, il sorso è piacevolmente fresco e agrumato.

"Indigeno" 2019 IGT Forlí Trebbiano

Vitigni:
Trebbiano
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
1

L’”Indigeno” della Cantina Ancarani è un pet nat vivace, esuberante, e minerale prodotto con la tecnica del metodo ancestrale, ovvero con la rifermentazione in bottiglia senza l’espulsione dei lieviti. Al naso i sentori sono quelli dei lieviti di fermentazione, vegetali e agrumati. Al palato è vivace, fresco e con una buona mineralità.

14,00  12,50 

"Andata e Ritorno - Roundtrip" 2019 IGT Ravenna

Vitigni:
Albana, Famoso, Grechetto gentile
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
3

Il vino frizzante “Andata e Ritorno” di Ancarani è un blend di alcuni vitigni autoctoni romagnoli presenti nei vigneti di proprietà: l’Albana, il Famoso e il Grechetto Gentile. La vinificazione avviene in modo naturale, il mosto rimane per qualche giorno a contatto con le bucce dai 3 ai 7 giorni, successivamente viene in bottigliato procedendo alla seconda fermentazione.

"Biagio antico" 2018 Romagna Sangiovese Superiore DOC

Vitigni:
Sangiovese
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
1

Il vino rosso “Biagio Antico” è una versione fresca, fruttata e succosa del Sangiovese di Romagna, la fermentazione avviene in maniera spontanea e naturale, le bucce rimangono a contatto con il vino per circa 15 giorni e la maturazione avviene in vasche di cemento per 18 mesi. Al naso profumi di frutta rossa e confetture, segue un sorso dinamico ma non troppo, di buona struttura e ben equilibrato.

Il vino consigliato della settimana

1701 franciacorta brut nature

1701 Franciacorta Brut Nature

Lo spumante metodo classico "Brut Nature" di 1701 Franciacorta è il primo vino della Franciacorta ad essere prodotto seguendo le filosofie della biodinamica ed è il primo certificato Demeter. L'azienda nata nel 2009 ha subito optato per una agricoltura sostenibile, ecologica nel rispetto dell'ambiente e del territorio. Il Franciacorta Brut Nature è prodotto utilizzando lo Chardonnay e il Pinot Nero con una maggior prevalenza del vitigno a bacca bianca. La sosta sui lieviti è di oltre i 30 mesi.  Al naso sprigiona note di frutta gialla, fiori bianchi e profumi di pasticceria. Al palato ha una buona persistenza, con un ottimo equilibrio tra le morbidezze e le durezze.

Dicono di noi

Hanno parlato di noi

corriere logo
logo dissapore
ilsole24ore logo
logo vanityfair
ilresto logo
foodmakers
tgcom logo
cucina moderna
grazia logo
la repubblica logo
marie logo
natural style recensisce vivere senza supermercato 211
Scorrere fino all'inizio
Chiudere
Chiudere
Chiudere

Carrello

Shopping cart is empty!

Continue Shopping