Fattoria del Piccione: Vini della cantina Fattoria del Piccione di Sansavino Online su Che Vino!

Fattoria del Piccione

Fattoria del Piccione

La Fattoria del Piccione di San Savino, in provincia di Rimini, è un'azienda agricola biologica dal forte carattere familiare e identitario che da oltre 100 anni promuove la passione per il vino. L'intera storia della Fattoria del Piccione nasce e si trasforma nell'antica cantina, in parte cinquecentesca, in parte ottocentesca. Promuovere e trasmettere la propria identità, sempre rispettando il territorio, è il dettato principale dell'azienda. Gusto, raffinatezza, amore per il vino: ecco le principali parole chiave di questo interessante progetto.

Fattoria del Piccione, passione indelebile dal 1989

Fattoria del Piccione è un'azienda biologica di famiglia condotta con creatività grazie agli intrecci e ai racconti scambiati tra le generazioni presenti nel progetto: Andrea Pasini ha 22 anni e ha raccolto con curuosità l'eredità del nonno Vitaliano Pasini che fondò l'azienda nel 1989. Il titolare, cantiniere ed enologo, è oggi il padre di Andrea: Stefano Pasini. L'armonia e lo stretto contatto con il territorio è fondamentale e determina in profondità il carattere dei vini prodotti. L'obiettivo che questa piccola realtà famigliare persegue ogni giorno è quello di portare avanti un lavoro di qualità, vivendo in cantina e in vigna per seguire la produzione nel dettaglio e trasmettere il cuore di una tradizione dalle radici antiche.
Il vigneto storico dell'azienda si chiama podere Agello: le viti godono oggi di un equilibrio maestoso e di un'importante saggezza espressiva. Quest'azienda dal marcato carattere famigliare crede profondamente nella qualità e nella forza del patrimonio storico culturale circostante che alimenta la forza del loro lavoro.

Fattoria del Piccione, Baiocco

La filosofia aziendale porta questa famiglia a produrre vini altamente espressivi e legati con il territorio. In cantina vengono valorizzate frescura ed umidità naturali, ecosostenibili e vitali.
Il Baiocco è un vino ottenuto da uve Bombino bianco in purezza raccolte meccanicamente tra la terza e la quarta settimana di settembre. La fermentazione alcolica avviene, come per tutti i vini di Fattoria del Piccione, grazie ai lieviti indigeni e senza controllo della temperatura, in botte di cemento. Il Baiocco matura, poi, in botte di cemento per circa sei mesi ed affina in bottiglia per circa due mesi, prima di essere pronto alla stappatura. Fresco, agrumato e delicatamente minerale, esprime magistralmente il legame con il vicino Mare Adriatico e con la brezza marina che ne accarezza le uve.

Informazioni

  • Regione: Emilia-Romagna
  • Anno fondazione: 1989
  • Enologo: Stefano Pasini
  • Indirizzo: Via Roma, 1185, 47854 Monte Colombo-Montescudo RN

I vini della cantina Fattoria del Piccione

Ordina:

"Baiocco" 2020 Romagna Pagadebit DOC

Vitigni:
Bombino bianco
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
1

Il Pagadebit di Romanga Baiocco di Fattoria del Piccione è un vino bianco che parla del territorio da cui nasce: il mare (adriatico) e la collina (san clemente). La vinificazione avviene in piccole vasche di cemento e la fermentazione è spontanea. Il vino successivamente riposa fino alla primavera successiva sulle proprie fecce sempre in contenitori di cemento. Al naso è intenso con note fruttate, agrumate di limone e da fiori bianchi. Al palato il vino è fresco, equilibrato con un finale sapido.

"Villa Massani" 2020 Rebola Colli di Rimini DOC

Vitigni:
Grechetto gentile
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
2

“Villa Massani” di Fattoria del Piccione è una Rebola DOC dei Colli di Rimini prodotta seguendo un protocollo artigianale in una delle cantine più suggestive di tutta Rimini. Il nome di questo vino è dedicato all’antico complesso che ospita la cantina appunto la villa signorile della famiglia Massani, una delle famiglie più importanti della città. Oggi l’azienda è della famiglia Pasini che con amore e passione continua a portare avanti la produzione di vini naturali e genuini. Villa Massani è un vino bianco fermo che vinifica in vasche di cemento con il solo uso di lieviti indigeni successivamente matura per qualche mese in vasca di cemento. Il bouquet è ricco e complesso con profumi di fiori di ginestra e frutta gialla esotica. Al palato è caldo, avvolgente con un buon equilibrio tra acidità e sapidità. Il finale è leggermente mandorlato.

Limo

Vitigni:
Bombino bianco
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
1

“Limo” di Fattoria del Piccione è un vino bianco frizzante a base di bombino bianco prodotto con il metodo ancestrale, ovvero attraverso il processo di rifermentazione in bottiglia senza effettuare la sboccattura per espellere i lieviti. Il nome del vino è una dedica che la cantina fa alla tipologia del suolo del vigneto da cui nasce. Al naso i profumi sono di agrumi, frutta gialla esotica e di crosta di pane. Al palato è fresco, di facile beva, con un finale leggermente mandorlato che ne allunga il sorso.

"Tintorio" 2018 IGT Rubicone

Vitigni:
Ancellotta
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
1

L’Ancellota “Tintorio” di Fattoria il Piccione è un vino corposo, robusto ed estroso e dal colore impenetrabile. Il 50% della massa viene affinato in cemento e il restante in botti di rovere per circa 4 mesi e successivamente viene assemblato con il restante della massa che affina in vasche di cemento per poi concludere l’affinamento di qualche mese in in bottiglia.

Un ampio bouche di profumi come il ginepro, la frutta rossa come la ciliegia e il mirtillo e senzazioni vinose  accompagna un assaggio che ne rivela la struttura tannica possente, solidità e vigorosa.

Il vino consigliato

le oche fattoria san lorenzo

Fattoria San Lorenzo Le Oche 2018

"Le Oche" è un vino bianco maturato per 12 mesi in cemento a contatto con le fecce fini. Un verdicchio dalla personalità estrosa ed eclettica. Naso complesso e intenso con aromi di fiori di ginestra, il sorso è avvolgente, fresco e abbastanza sapido.

Dicono di noi

Hanno parlato di noi

corriere logo
logo dissapore
ilsole24ore logo
logo vanityfair
ilresto logo
foodmakers
tgcom logo
cucina moderna
grazia logo
la repubblica logo
marie logo
natural style recensisce vivere senza supermercato 211
Scorrere fino all'inizio
Chiudere
Chiudere
Chiudere

Carrello

Il carrello è vuoto!

Continua lo shopping