Giulia Negri: Vini della cantina Giulia Negri Online su Che Vino!

Giulia Negri

Giulia Negri

Giulia Negri, figlia di artigiani del vino, è la titolare di Serradenari: vigna e cantina. All'inizio della sua avventura viene chiamata Barologirl, per la voglia di fare vino a modo suo, in modo artigianale e originale. Giulia punta tutto su Nebbiolo, Pinot Nero, Chardonnay e conduce il suo progetto dal bricco più alto della terra del Barolo. Ma soprattutto punta tutto su una squadra: Alessia, che si occupa della cantina e delle fiere; Arianna, anima della Tartufaia. Una squadra affiatata dunque: non più Barologirl, ma BaroloGirls.

Giulia Negri, la montagna più alta del Barolo

Serradenari è la montagna più alta del Barolo: luogo unico al mondo che da un lato si affaccia sull'arco delle Alpi, dall'altro sulle Langhe. All'orizzonte è possibile intravedere solo vigne, uno scenario davvero molto speciale. Serradenari, tra vigne e bosco, comprende un blocco unico di 14 ettari: al centro c'è la cantina circondata da terreni tra di loro molto diversi e da grandi alberi di tartufo.
La sfida di Giulia Negri è quella dell'ultima generazione di una famiglia che si occupa di vino a Serradenari da 150 anni: lei ha puntato tutto su una produzione limitata e personalissima, ogni singola bottiglia deve saper riflettere e raccontare con entusiasmo il territorio di provenienza.
La cantina è piccola e semplice, pulita e sicura: 4 persone soltanto si dedicano all'intero processo produttivo, dal lavoro in vigna alla distribuzione dei vini.
Lasciare a lungo i vini in bottiglia è una piccola firma di questa realtà, perché – come dice Giulia Negri – anche il buon vetro ha i suoi segreti.

Giulia Negri, Barolo la Tartufaia

Il Barolo, per Giulia Negri, è un'opera d'arte e un vino con un futuro immenso da scrivere. In azienda si produce anche Pinot Nero e Chardonnay, perché curiosità e sperimentazione sono qualità fondamentali per questo lavoro.
Il Barolo la Tartufaia proviene da vitigni Nebbiolo in purezza con esposizione ovest. La vendemmia è completamente manuale e la fermentazione avviene spontaneamente in tini di legno. L'invecchiamento richiede 24 mesi almeno in botti di rovere.

Curiosità: la Tartufaia

Se oltre ai vini, avete interesse per i tartufi, dovreste sapere che Serradenari è un posto unico nelle Langhe perché qui è possibile cercare, trovare e gustare il Tartufo Bianco d'Alba nel suo habitat naturale. Qui è possibile prenotare e vivere una vera avventura con i cani e il trifolao, fino al momento della degustazione in tavola con ottime pietanze piemontesi. Lo storico bosco del tartufo e la montagna del Barolo rappresentano dunque un'occasione per accostarsi alla natura più autentica del territorio.

Informazioni

  • Regione: Piemonte
  • Uve di proprietà: 100%
  • Indirizzo: Borgata Castagni, 35, 12064 La Morra CN

I vini della cantina Giulia Negri

Ordina:

"Pian delle Mole" 2018 Langhe DOC

Vitigni:
Nebbiolo
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
2

Il “Pian delle Mole” di Giulia Negri è un vino rosso intenso che dona un bouque ricco di profumi che spaziano dai frutti rossi da giovane, ma che si presta anche all’invecchiamento, tendendo poi ad aromi più terziari come la spezia e il caffè. Al palato è caldo, morbido e persistente.

"Pinot Nero La Tartufaia" 2018 Langhe DOC

Vitigni:
Pinot Nero
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
2

“La Tartufaia” di Giulia Negri è un vino rosso prodotto da uve di Pinot Nero elegante e corposo, affinato per circa 12 mesi in barrique: l’apoteosi del Pinot Nero nelle langhe. Ha un profilo aromatico che a tratti ricorda la borgogna, con eleganti note di frutti rossi, fiori e cuoio. Il sorso è avvolgente, morbido e complesso, di grande carattere e lunga persistenza.

"La Tartufaia" 2016 Barolo DOCG

Vitigni:
Nebbiolo
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
3

Il Barolo di Giulia Negri “La Tartufaia” è la personale visione del territorio di “La Morra” della produttrice che sapientemente trasforma le uve di nebbiolo in un vino rosso importante ed elegante, dal gusto profondo e fine. Al naso i profumi sono di frutta rossa, frutta di bosco con note di tabacco e liquirizia. Al palato è corposo, avvolgente con un tannino setoso  e con sensazioni terrose ed ematiche che chiudono il sorso.

43,92 

"Barbera D'Alba" 2017 Barbera d'Alba DOC

Vitigni:
Barbera
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
1

La Barbera D’Alba di Giulia Negri è un’interpretazione moderna della Barbera, grazie ai terreni ricchi di minerali del cru La Morra. Le uve vengono raccolte in piccole cassette e rigorosamente a mano. Le uve vengono pigiate e lasciate fermentare spontaneamente in tini di acciaio, successivamente il vino matura per circa 16 mesi in parte in acciaio e in tonneaux di rovere francese. Al naso i piccoli frutti rossi e cuoio sono i sentori maggiormente presenti, in bocca il sorso è schietto e secco.

Il vino consigliato

le oche fattoria san lorenzo

Fattoria San Lorenzo Le Oche 2018

"Le Oche" è un vino bianco maturato per 12 mesi in cemento a contatto con le fecce fini. Un verdicchio dalla personalità estrosa ed eclettica. Naso complesso e intenso con aromi di fiori di ginestra, il sorso è avvolgente, fresco e abbastanza sapido.

Dicono di noi

Hanno parlato di noi

corriere logo
logo dissapore
ilsole24ore logo
logo vanityfair
ilresto logo
foodmakers
tgcom logo
cucina moderna
grazia logo
la repubblica logo
marie logo
natural style recensisce vivere senza supermercato 211
Scorrere fino all'inizio
Chiudere
Chiudere
Chiudere

Carrello

Il carrello è vuoto!

Continua lo shopping