Ripanero: Vini della cantina Ripanero Online su Che Vino!

Ripanero

Ripanero

L'avventura dell'azienda Ripanero comincia nel 2014 da una passione condivisa tra tre amici per l'agricoltura e il vino. Il cuore pulsante del progetto è sicuramente l'Aglianico del Vulture, un vitigno di enorme fascino ed eleganza con una storia davvero antica. Ci troviamo in Basilicata, alle pendici del Monte Vulture, territorio dalle radici remote, dove un tempo le colate laviche affidarono ai contadini terreni preziosi facendoli acquisire tecniche sapienti di lavorazione tramandate ancora oggi.

Ripanero, tradizione e passione dal 2014

Dal 2014, Ripanero è sinonimo di passione e tradizione: l'obiettivo principale del progetto è fare del mestiere del vignaiolo una forma di massimo rispetto per il territorio e per le viti. Gli ettari di terreno dell'azienda sono quattro e vengono allevati completamente con metodo naturale, senza aggiungere pesticidi o prodotti della chimica di sintesi.
La vendemmia rimane il momento più importante e appassionante per l'azienda, una vera e propria festa. Viene svolta manualmente, circondati dai profumi dei grappoli pronti ormai per avviarsi verso la cantina. Qui in cantina tutti i lavori vengono svolti utilizzando tecniche naturali e tradizionali, senza artifici.
Ci troviamo in un angolo remoto del Sud Italia: qui, un piccolo vulcano domina il territorio da secoli con un'attività millenaria. Il territorio ne è risultato completamente plasmato, unico. Proprio come unici sono i vini della zona. Tutto ciò è reso possibile dalla perfetta combinazione tra suolo vulcanico, escursioni termiche elevate, altitudine delle colline.

Ripanero, Physis

Il vino di punta dell'azienda si chiama Physis e vuole esprimere, attraverso il nome scelto, un rimando diretto ai dettami della Natura.
Physis è un Aglianico del Vulture DOC ottenuto trasformando solo uve provenienti dal vigneto di contrada San Savino, il più giovane dell'azienda. Questo vigneto - situato nel pieno della zona vulcanica - è coltivato seguendo i dettami dell'agricoltura biologica e si trova ad un'altitudine di circa 560 m. con esposizione verso Est. Le uve vengono raccolte interamente a mano con sapienza e pazienza estrema per poi essere vinificate in rosso in modo tradizionale. La fermentazione avviene in maniera spontanea, la macerazione delle bucce varia, a seconda dell'annata, da 10 a 20 giorni. La durata dell'affinamento è di almeno un anno in bottiglia grande di rovere.
Se desiderate provare un Aglianico del Vulture, Physis è ciò che fa per voi: ben fatto, lavorato in ogni minimo dettaglio, tipico, caratteristico e rappresentativo di una magnifica regione: la Basilicata. Si presenta con un colore rosso rubino profondo e sprigiona profumi floreali e fruttati davvero intensi. Si tratta, in generale, di un vino morbido e setoso, con una persistenza lunga.

Informazioni

  • Regione: Basilicata
  • Anno fondazione: 2014
  • Ettari vitati: 4
  • Uve di proprietà: 100%
  • Indirizzo: Via Maria Luigia Tancredi, n.6, 85028 Rionero In Vulture PZ

I vini della cantina Ripanero

Ordina:

La Che Box! di Marzo 2021 è dedicata a Ripanero

Vitigni:
--
Formato:
--
Filosofia produttiva:
--
Grappoli Che Vino!:
--

La Che Box! del mese di Marzo torna a parlare di un territorio vulcanico, dopo aver raccontato l’Etna, questa volta ci troviamo nel Vulture. Vulcano inattivo lucano luogo famoso per il vitigno Aglianico.

La cantina che abbiamo scelto per esplorare questo territorio ricco di tradizioni è  “Ripanero”, azienda che nasce dall’amore dei tre proprietari per la propria terra e con la voglia di produrre vini naturali che raccontassero il loro territorio.

La bottiglia più rappresentativa di questa Box è sicuramente “Physis” un Agliancio del Vulture DOC vinificato in acciaio con il solo utilizzo di lieviti indigeni e affinato in botti di rovere per almeno 18 mesi. Un vino che parla del suo territorio e della sua uva più rappresentativa.

Il SanZavino un vino rosso che accompagna i pasti quotidiani con un bouquet di frutta rossa e dal sorso ben equilibrato tra durezze e morbidezze.

In fine Chronos un orange wine prodotto con l’uva a bacca bianca tipica del vulture: la Malvasia. Dopo una macerazione di qualche giorno il vino viene lasciato fermentare e affinare in acciaio. Il vino non subisce nessun tipo di chiarifica e filtrazione.

"SanZavino" 2016 Aglianico del Vulture DOC

Vitigni:
Aglianico
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
2

Il vino rosso “SanZavino” della cantina Ripanero è un aglianico del vulture prodotto con metodi naturali ed è vinificato e affinato in contenitori d’acciaio. Al naso profumi di frutta rossa come l’amarena e una leggera speziatura. Al palato è morbido, il corpo è ben strutturato e di buona persistenza.

"Physis" 2015 Aglianico del Vulture DOC

Vitigni:
Aglianico
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
3

Il vino rosso “Physis” di Ripanero nasce a Rionero in Vulture, è un Aglianico del Vulture DOC vinificato con solo l’utilizzo di lieviti indigeni ed è il vino più rappresentativo dell’azienda. Prodotto unicamente con le uve provenienti da un’unico vigneto posto ad un’altitudine di 560 metri sul livello di mare. Al naso è complesso e intenso con sentori di frutta matura, profumi di fiori appassiti e sensazioni erbacee. In bocca è lungo con un tannino ben integrato nel sorso e non troppo invasivo.

Il vino consigliato della settimana

1701 franciacorta brut nature

1701 Franciacorta Brut Nature

Lo spumante metodo classico "Brut Nature" di 1701 Franciacorta è il primo vino della Franciacorta ad essere prodotto seguendo le filosofie della biodinamica ed è il primo certificato Demeter. L'azienda nata nel 2009 ha subito optato per una agricoltura sostenibile, ecologica nel rispetto dell'ambiente e del territorio. Il Franciacorta Brut Nature è prodotto utilizzando lo Chardonnay e il Pinot Nero con una maggior prevalenza del vitigno a bacca bianca. La sosta sui lieviti è di oltre i 30 mesi.  Al naso sprigiona note di frutta gialla, fiori bianchi e profumi di pasticceria. Al palato ha una buona persistenza, con un ottimo equilibrio tra le morbidezze e le durezze.

Dicono di noi

Hanno parlato di noi

corriere logo
logo dissapore
ilsole24ore logo
logo vanityfair
ilresto logo
foodmakers
tgcom logo
cucina moderna
grazia logo
la repubblica logo
marie logo
natural style recensisce vivere senza supermercato 211
Scorrere fino all'inizio
Chiudere
Chiudere
Chiudere

Carrello

Shopping cart is empty!

Continue Shopping