I migliori Che Box! in vendita online su Che Vino!

Che Box!

Ordina:

Che Box!

Ricevi ogni mese a casa una selezione di 3 vini di un produttore diverso ogni volta.

In ogni Che Box! riceverai anche la scheda tecnica dei vini e del produttore, la zona italiana di provenienza, la sua storia, le tradizioni e le etichette di punta. Infine anche un indicazione sull’abbinamento piatti.

Ogni Che Box! contiene anche un dono che fa parte di quella che chiamiamo Economia circolare del bene. Il rinnovo di Che Box! è automatico, ma puoi decidere in ogni momento di sospenderla oppure di annullarla.

Per i nuovi abbonati il primo mese costa solo 59€, lo sconto è calcolato in automatico nel carrello.

Potrai accedere a dei piccoli privilegi come la spedizione gratuita su tutti i nostri vini e wine box, ad uno sconto del 5% su tutto il catalogo dei vini e potrai accedere a una selezione di vini rari ed esclusivi e potrai scoprire in anticipo le nostre offerte!

Che Pasqua! la box con le ricette di Giulia Brandi

Che Pasqua! è la special wine box dedicata al pranzo o alla cena di Pasqua, ma anche alla Pasquetta. Per chi a Pasqua vuole mettere in tavola qualcosa di particolare, questa wine box è perfetta perché assieme ai vini propone tre diverse ricette.

Nella Che Pasqua! sono infatti previste tre bottiglie di vino di tre produttori diversi e il ricettario realizzato appositamente da una food blogger.

Giulia Brandi, l’ex concorrente di Masterchef, ha realizzato tre ricette esclusive  per una Pasqua unica dove ritroviamo un tocco di Marche, la sua regione di provenienza.

Le tre bottiglie di vino sono state scelte per accompagnare le ricette della cena, dall’antipasto, fino al primo e al secondo piatto, il dolce non è previsto dato che sicuramente avremo tutti le uova di Pasqua da scartare.

Che Pasqua! è per chi vuole passare una festa di Pasqua diversa, senza pensare troppo al menù, a cui abbiamo già pensato noi, bevendo buon vino e mangiando altrettanto bene. La special box per tutti quelli che vogliono regalarsi un’esperienza insieme, cucinando insieme e bevendo ottime bottiglie di vino!

Tutte le Che Pasqua! verranno spedite il giorno lunedì 29 marzo.

Che Love! la box di San Valentino con le ricette per una cena romantica

Che Love! è la box dedicata a San Valentino a chi non ama festeggiare necessariamente questa ricorrenza, ma vuole passare una serata romantica in casa.

Nella Che Love! sono previste tre bottiglie di vino non di un unico produttore, ma di tre produttori diversi e il ricettario per la serata.
Le tre bottiglie di vino sono state scelte per accompagnare le ricette della cena, dall’antipasto al dolce. Il ricettario è stato curato da Marina Della Pasqua, una food blogger romagnola, che per l’occasione ha selezionato alcuni dei suoi piatti migliori per accompagnare i vini scelti per questa Che Love!

Che Love! è per chi vuole passare una bella serata, bevendo buon vino e mangiando altrettanto bene. Pensata per tutti quelli che ad un regalo qualsiasi preferiscono condividere un’emozione e un’esperienza insieme.

59,00 

La Che Box! di Gennaio 2021 è dedicata a Rivetto

Questo mese la Che Box! va a far visita ad uno dei territori più vocati e più importanti d’Italia: le Langhe.

Il produttore che abbiamo scelto per rappresentare questo terroir è “Rivetto” antica azienda delle Langhe con vigne a Serralunga d’Alba e la cantina nel comune di Sinio.

Protagonista assoluto di questa Box è “Terracotta” Nascetta vinifica in anfore di Terracotta da cui prende il nome. Grazie alla straordinaria intuizione di Enrico Rivetto che cerca di fare un percorso di tradizione e innovazione sia in vigna che in cantina.

Nella Box di Gennaio troviamo una bottiglia di Nebbiolo, il vitigno principe delle langhe, vinificato come da tradizione: con fermentazione spontanee e affinamento in acciaio.

In fine ma non meno importante la Barbera “Zio Nando”, il vino a cui Enrico forse è più affezionato, dedicato allo zio, viene prodotto da un vigneto grande più o meno 3 ettari con un terreno sabbioso che conferisce al vino proprietà organolettiche di eleganza e finezza.

Che Natale! di Dicembre 2021

Che Natale! 2021, la che box di vino dedicata a chi vuole regalarsi un momento con amici e parenti nel periodo delle feste natalizie o a chi desidera fare una sorpresa ai propri cari. La box di vino è composta da tre vini ideali per i momenti delle feste e che ben si adattano ai piatti della tradizione culinaria natalizia italiana.

Ramante di Podere Vecciano è uno spumante ottimo da aperitivo, o da aprire con i dolci natalizi come panettone e pandoro.

Sanzavino di Ripanero è ideale per piatti ricchi e carichi come possono essere quelli delle feste. Indicato per ragù, spezzatino, ma anche formaggi e salumi.

Infine San Leone di Cignano è ideale per il pranzo e la cena della vigilia di Natale, perché indicato per piatti di pesce come risotti o seppie in umido.

La Che Box! di Febbraio 2021 è dedicata a Barone Beneventano della Corte

La Che Box! del mese di Febbraio affronta un lungo viaggio atttraverso le regioni dell’Italia per approdare in uno dei territtori e delle regioni più affascinanti del nostro paese: l’Etna.

Il produttore selezionato per parlare di questo stupendo territorio è la Cantina “Barono Beneventano della Corte” piccola azienda dell’Etna che produce circa 8000 bottiglie nel versante Sud-Est del vulcano.

Protagonista di questa Box è sicuramente l’“Etna Bianco” vinificato e affinato in acciaio. Un vino che ci racconta le uve a bacca Bianca tipiche Etnee: Carricante, Catarratto e la Minnella tra i più antichi vitigni dell’Etna.

Troviamo anche una bottiglia di Rosato, da una breve macerazione di uve Nerello Mascalese, il vitigno principe dell’Etna, vinificato e affinato in acciaio prodotto solo nell’annata 2018 un vino dalla spiccata acidità e sapidità.

In fine l’Etna Rosso 80% Nerello Mascalese e 20% Nerello Cappuccio vinificato in acciaio e maturato in legno di rovere francese e castagno. Un vino che racconta l’eleganza e la ricchezza di questa terra.

Che Box! - Ogni sei mesi

Ricevi ogni mese a casa una selezione di 3 vini di un produttore diverso ogni volta.

In ogni Che Box! riceverai anche la scheda tecnica dei vini e del produttore, la zona italiana di provenienza, la sua storia, le tradizioni e le etichette di punta. Infine anche un indicazione sull’abbinamento piatti.

Ogni Che Box! contiene anche un dono che fa parte di quella che chiamiamo Economia circolare del bene. Il rinnovo di Che Box! è automatico, ma puoi decidere in ogni momento di sospenderla oppure di annullarla.

Potrai accedere a dei piccoli privilegi come la spedizione gratuita su tutti i nostri vini e wine box, ad uno sconto del 5% su tutto il catalogo dei vini e potrai accedere a una selezione di vini rari ed esclusivi e potrai scoprire in anticipo le nostre offerte!

La Che Box! di Aprile 2021 è dedicata a Cignano

La Che Box! del mese di Aprile ci porta nella campagna marchigiana per la precisione a Isola di Fano, piccola frazione di Frossombrone in provincia di Pesaro-Urbino. In questa zona il vitigno più coltivato è il Bianchello: un biotipo originario della zona del trebbiano.

La cantina che abbiamo selezionato per scoprire il Bianchello e non solo è  “Cignano”, azienda che nasce dall’amore, la passione della famiglia Bucchini per la vigna e il territorio.

La bottiglia più rappresentativa di questa Box è sicuramente “Superbo Ancestrale” un Bianchello del Metauro DOC vinificato in anfore di terracotta con il solo utilizzo di lieviti indigeni, con una lunga macerazione sulle bucce che donano al vino complessità e intensità.

Il Campo della Cicala un vino bianco prodotto con uve Sauvignon che può accompagna i pasti a base di pesce con il suo bouquet intenso e complesso di frutta esotica e dal sorso ben equilibrato e minerale.

In fine San Leone un Bianchello del Metauro che nasce dalla selezione delle migliori uve di bianchello dalle vigne più alte e più vecchie. Un vino corposo e intenso che racconta il territorio da cui nasce che può accompagnare con eleganza i piatti a base di tartufo bianco dell’Acqualagna.

Che Box! - Ogni tre mesi

Ricevi ogni mese a casa una selezione di 3 vini di un produttore diverso ogni volta.

In ogni Che Box! riceverai anche la scheda tecnica dei vini e del produttore, la zona italiana di provenienza, la sua storia, le tradizioni e le etichette di punta. Infine anche un indicazione sull’abbinamento piatti.

Ogni Che Box! contiene anche un dono che fa parte di quella che chiamiamo Economia circolare del bene. Il rinnovo di Che Box! è automatico, ma puoi decidere in ogni momento di sospenderla oppure di annullarla.

Potrai accedere a dei piccoli privilegi come la spedizione gratuita su tutti i nostri vini e wine box, ad uno sconto del 5% su tutto il catalogo dei vini e potrai accedere a una selezione di vini rari ed esclusivi e potrai scoprire in anticipo le nostre offerte!

La Che Box! di Maggio 2022 è dedicata a I Bariséi

I Barisèi è un nome di famiglia della Franciacorta da ben quattro generazioni, ma anche un vero e proprio brand enologico nato dall’esperienza di esprimere e sperimentare livelli qualitativi altissimi lasciando impronte profonde.

Dal 1898, i Bariselli sono vignaioli ispirati e appassionati: il vino rosso prodotto dal bisnonno all’inizio era destinato solo ad amici e famiglia, poi, negli anni ’70 è iniziata la vendita di Chardonnay alle aziende della zona. 

La Che Box! di Settembre 2022 è dedicata a Pietramore

L’Antica Tenuta Pietramore – fondata dal vignaiolo Massimiliano Bartolomei – racconta una storia di passione per il vino in un ambiente ricco di fascino: tra le colline di Chieti, Teramo e Pescara.

La filosofia portata avanti dal progetto è quella biodinamica, che si basa sul rispetto per l’ambiente e per i cicli della natura. L’obiettivo della biodinamica è quello di rendere le piante sane, producendo dunque vini di qualità sempre più elevata, portatori di carattere unico e inimitabile.

L’Antica Tenuta Pietramore crede fortemente nei valori dell’agricoltura biodinamica: ascolto della natura, metodi di concimazione e coltivazione retti da correnti e flussi energetici, interconnessione tra suolo, natura e uomo con lo scopo di promuovere l’ecosostenibilità e quindi la salute della terra. L’Abruzzo, in quest’ottica, viene ad essere territorio ideale proprio per la sua grande varietà geografica e per le differenti situazioni microclimatiche.
L’azienda adotta pienamente un’agricoltura biologica e biodinamica, vengono utilizzati solo elementi organici e a chilometro zero: scelta che viene ad essere etica in tutte le sue sfaccettature.
I principi seguiti con passione dall’azienda sono dettati dalla volontà di limitare al massimo interventi esterni, promuovendo la biodiversità.
Il panorama dell’Antica Tenuta Pietramore si estende per 70 ettari, l’uva coltivata diviene pura espressione della territorialità.

La Che Box! di Luglio 2022 è dedicata a Arianna Occhipinti

Ci troviamo a Fossa di Lupo, un piccolo borgo magico in provincia di Ragusa (Sicilia). La storia di Arianna Occhipinti si intreccia con quella di una terra che la sera si colora di rosso e viene accarezzata dal vento.

Questa importante realtà si occupa della produzione di un vino biologico e ispirato, in una parola: naturale. Arianna Occhipinti, dopo la laurea in Viticoltura ed Enologia, si è subito lanciata in una grande – riuscitissima – sfida: creare da zero un’azienda agricola di proprietà sulla strada provinciale che da Vittoria (in provincia di Ragusa) conduce verso nord.

La Che Box! di Marzo 2022 è dedicata a Fattoria San Lorenzo

L’anima della Fattoria San Lorenzo è Natalino Crognoletti (enologo del progetto), uno dei più interessanti vignaioli sul versante Verdicchio Castelli di Jesi.

L’azienda produce vini dallo stile molto tradizionale e piuttosto rustico, Natalino si definisce contrario alle mode del momento e alle omologazioni. La mission di questa realtà è permettere ai vini stessi di esprimere al meglio la propria personalità, in quest’ottica il territorio di provenienza aiuta: le Marche possiedono un potenziale evolutivo ricchissimo.

La Che Box! di Gennaio 2022 è dedicata a Cantina Monte Zovo

Monte Zovo è l’azienda agricola di proprietà della Famiglia Cottini. Proprietaria di 140 ettari di vigneti, i vini sono prodotti unicamente con le uve della Famiglia. I vini Monte Zovo sono unici per posizione ed espressione del terroir, distribuiti nelle tre denominazioni principali della provincia di Verona: Valpolicella, Garda e Lugana.

L’attenzione in cantina e in vigna è meticolosa. Il patrimonio di biodiversità è il valore più grande della Famiglia e dei vini Monte Zovo e viene tutelato ogni giorno attraverso l’uso di protocolli biologici e a basso impatto ambientale. L’azienda collabora da alcuni anni anche con l’enologo Riccardo Cotarella.

La Che Box! di Dicembre 2021 è dedicata a Cantina Pisoni

Tra le Dolomiti del Brenta sorge la storica cantina Pisoni: anima rurale di una famiglia che si occupa del vino dal 1852. La particolarità dell’Azienda Agricola Pisoni è quella di essersi specializzata nella produzione di Vino Santo Trentino DOC. La cantina produce sia vini bianchi che rossi, eleganti e strutturati, seguendo i dettami dell’agricoltura biologica. Ci troviamo in un luogo davvero speciale, la Valle dei Laghi, che grazie al vento proveniente dal Lago di Garda e alle mani esperte dei vignaioli, è l’ambiente ideale per produrre vini eccellenti.

Quella della cantina Pisoni è un’anima rurale, nel senso che alcuni fattori giocano un ruolo determinante per il progetto: la passione per la terra trentina, la riscoperta delle tradizioni e un approccio artigianale alla coltivazione. Accogliere e ascoltare i cicli della natura rimane uno degli imperativi più importanti per questa realtà.
Anima rurale, dunque, significa proprio questo: entrare in contatto diretto con la vita contadina, lavorando per far coesistere in modo armonico tradizioni e tecnologie innovative. Nascono in questo modo straordinari vini biodinamici.
I vigneti della Valle dei Laghi possiedono tutto il fascino dei vigneti trentini tipici: fascino determinato dagli azzurri laghi e i massi che dominano la Valle del Sarca (Marocche di Dro).
I vigneti dell’Azienda Agricola Pisoni sono tutti di proprietà della famiglia e vengono coltivati seguendo principi biologici e biodinamici, rispettando ad esempio i cicli lunari e utilizzando solamente sostanze organiche. Nelle tenute Pisoni, la salvaguardia dell’ambiente è fondamentale, si utilizzano ad esempio metodi antichi di coltivazione come aratri trainati da cavalli.

La Che Box! di Novembre 2021 è dedicata a Cantina Raina

L’azienda Raína – diretta dal cuoco e vignaiolo Francesco Mariani – si trova in Umbria, precisamente a Montefalco. I vini prodotti sono biodinamici e il nome “Raína” deriva dal soprannome del contadino che si occupava precedentemente di questa terra speciale, un richiamo che intende mantenere vivo il legame con il passato. La cantina nasce nel 2002 e il progetto comprende 10 ettari vitati di terreno con una esposizione principalmente a sud-est. Nelle vigne vengono coltivati Sagrantino, Sangiovese, Montepulciano, Merlot, Syrah, Grechetto, Trebbiano Spoletino.

Il progetto dell’azienda agricola Raína è per la sostenibilità al 100% – l’ambiente che ci ospita non viene visto come un qualcosa da sfruttare in modo passivo, al contrario, l’ambiente deve essere valorizzato, tutelato, garantendo il rinnovamento delle risorse naturali. Dunque, un progetto di sostenibilità a tutto tondo che si estende anche in cantina: l’acqua proviene dal pozzo, gli scarichi di vinificazione della cantina sono smaltiti grazie ad un sistema di depurazione a fanghi attivi.

Dal 2012, in azienda, viene praticata l’agricoltura biodinamica: questo perché il progetto crede fermamente nell’antica arte del vignaiolo, vero e proprio custode della terra. Dall’inverno all’autunno, i cicli lenti e naturali dell’ambiente vengono seguiti e accolti interamente, senza mai anteporvi i bisogni e le richieste dell’uomo.

La Che Box! di Ottobre 2021 è dedicata a Vigne dei Boschi

La storia di questa realtà comincia nel 1989, quando Paolo Babini acquistò la proprietà a Valpiana di Brighisella. Oggi l’azienda agricola possiede 35 ettari di terreno di cui 6,5 a vigneto.
La grande passione per la viticoltura e la forte intenzione nel produrre vini di qualità, ha spinto Paolo e la sua famiglia a seguire importanti studi – climatici e geologici – per individuare l’area più adatta al lavoro nella vigna. Dall’annata del 2000 è avvenuta la svolta: con la maturità dei primi impianti, l’impostazione viticola si è rinnovata anche grazie alla collaborazione con Katia, enotecnica e moglie di Paolo. In azienda vengono utilizzati per lo più compostaggi e altre sostanze del tutto naturali: si seguono i ritmi che rispondono ai movimenti planetari. Lo stesso principio viene seguito per la vinificazione, non c’è spazio per la manipolazione indotta, si rispetta il più possibile il ritmo naturale della maturazione del vino.

La Che Box! di Settembre 2021 è dedicata a Prediomagno

Tra Montemagno e Grana, nel Basso Monferrato, Emanuela Novello e il marito Giovanni hanno fondato l’azienda vitivinicola Prediomagno. Il Monferrato e in particolare la zona più bassa del Piemonte, è una terra di radicata cultura enogastronomica, dove già altri vini e altre cantine hanno approfittato del territorio per rendere uniche le loro bottiglie.
Emanuela e il marito hanno iniziato la loro avventura con l’acquisto di una proprietà, comprendente una villa di fine ottocento da cui poter ammirare il Castello di Montemagno; eredi, poi, di una lunga esperienza imprenditoriale, i due hanno, in seguito, realizzato la loro cantina, puntando su tecnologia, innovazione e vocazione all’eccellenza.

La Che Box! di Agosto 2021 è dedicata a Castellinuzza

L’azienda agricola Castellinuzza racconta la storia di una famiglia fondata sull’amore per il vino e l’ospitalità in Toscana. Stiamo parlando di una piccola cantina storica che produce Chianti Classico sulla collina di Lamole, occupandosi anche della gestione di uno splendido agriturismo con vista sulla vallata di Greve in Chianti. Ci troviamo in un borgo con mille anni di storia, dove artigianalità, passione e territorio raggiungono la perfetta armonia. Lamole è infatti un paesaggio rurale storico italiano e visitarlo vi arricchirà incredibilmente.

Il borgo di Castellinuzza ha origini poco conosciute e molto antiche, era un antico castello appartenuto alla famiglia dei Gherardini e poi passato alla famiglia Cinuzzi, tuttora proprietaria di una parte del borgo.
Il passato dei Cinuzzi è a dir poco prestigioso, nel tempo la famiglia è rimasta legata in modo indissolubile al borgo di Castellinuzza e al Chianti Classico.
In questo territorio si produce da sempre Chianti Classico: siamo in alta collina, le escursioni termiche sono forti e preservano tutti gli aspetti organolettici delle uve di Sangiovese.
Castellinuzza fa fieramente parte dell’Associazione Viticoltori di Lamole.
Il terreno si estende per circa due ettari ed è qui che si condensa tutta la sapiente artigianalità che viene tramandata da generazioni.

I vini prodotti in questo territorio tanto speciale possiedono caratteristiche uniche: freschezza, eleganza, finezza. La storia di questa cantina è centenaria, ma al tempo stesso in continua evoluzione.
Di certo il nome Castellinuzza viene associato al Chianti Classico, ma in azienda si produce anche Trebbiano, Rosato di Sangiovese, Vinsanto.
Il Chianti Classico Gran Selezione DOCG è quello prodotto solo nelle migliori annate da uve selezionate in vendemmia di Sangiovese, Canaiolo e Malvasia nera. Il processo di affinamento, dopo la vinificazione, richiede circa tre anni di riposo in botti di rovere. È un vino dai profumi intensi e dalle profonde note di frutti rossi maturi, inoltre, sprigiona sensazioni che ricordano la menta e finemente speziate. Si abbina bene alla cene sostanziose e importanti, come quelle delle feste: formaggi stagionati, arrosti, brasati e selvaggina.
Il Rosato del Chianti IGT è, invece, un Sangiovese vinificato in bianco. È un vino interessante perché il suo gioco spazia tra la freschezza di un bianco e la struttura di un rosso. Al naso ricorda la ciliegia, il melograno, la viola. Questo rosato è molto ben bilanciato e dunque piacevole al palato. Si può bere magnificamente durante l’intero pasto e rinfresca moltissimo in estate.

La Che Box! di Luglio 2021 è dedicata a St.Quirinus

La Che Box! del mese di Luglio ci porta in Alto Adige, nell’azienda St.Quirinus.

L’azienda vitivinicola biologica St. Quirinus si trova in Alto Adige e precisamente a Caldaro, ma le sue vigne sono distribuite tra Termeno e Terlano, dall’Oltradige fino alla Val d’Adige e non è lontana dalle buche di ghiaccio di Appiano, un biotopo protetto con flora e fauna uniche.

L’aggiunta della parola “biologica” al nome dell’azienda St. Quirinus non è un caso. Ci troviamo come detto in una zona con un biotopo protetto, ma questa parola viene inserita anche a conferma di convinzione, consapevolezza e sguardo rivolto al futuro. 

Robert Sinn, assieme al figlio, coltiva seguendo le regole della biodinamica, che sta alla base anche della scelta innovativa e coraggiosa dei vitigni da coltivare su superfici tanto distanti tra loro e con microclimi tanto differenti. Robert infatti dice: “Accanto a vitigni classici e tradizionali, ad esempio Pinot bianco, puntiamo sempre più sui vitigni resistenti alle malattie fungine”.

Sia di vitigni tradizionali che resistenti, dalle uve vendemmiate si ottengono in cantina vini multidimensionali e longevi, con aromi complessi e intensi.

I vini vengono affinati, oltre che nei classici contenitori di acciaio e nelle botti di legno, anche nelle anfore di terracotta. La strada che percorre Robert Sinn dalla vigna alla bottiglia è coerente: una strada che si orienta verso la tradizione e la storia, ma con lo sguardo al futuro.

La Che Box! di Giugno 2021 è dedicata a Romantica

La Che Box! del mese di Giugno ci porta in Lombardia e per la precisione in Franciacorta, nell’azienda Romantica.

Romantica è un’azienda agricola che si trova a Passirano, nel cuore della Franciacorta. I dieci ettari di vigneto dell’azienda sono coltivati a Chardonnay e Pinot Nero, ed è qui che è immersa la cantina. La famiglia Avanzi si dedica con passione al progetto, da oltre ottant’anni producendo un numero limitato di bottiglie di queste tipologie: Base, Satèn, Rosé e Millesimato. Cura estrema e sapiente, tecniche di vinificazione innovative, attenzione ai più piccoli dettagli: ecco alcuni dei punti principali su cui si basa la filosofia aziendale.

La cantina di Romantica si sviluppa su due piani e tutto il piano superiore accoglie la zona di vinificazione. Il vigneto è proprio adiacente alla cantina, le uve vengono portate in piccole cassette nella zona di pressatura.

La zona di vinificazione è alquanto tecnologica ed è qui che subito vengono condotti i mosti. Il piano inferiore, invece, è quello dedicato alla zona di affinamento, è qui che vengono custodite le bottiglie sui lieviti Franciacorta Brut e Satèn. È sempre in questa zona che vengono conservati i Franciacorta più preziosi.

La cantina Romantica è circondata da dieci ettari di vigneto: 9 ettari a Chardonnay e 1 ettaro a Pinot Nero. Questo terreno unico è davvero una rarità perché in genere, in Franciacorta, è più facile trovare appezzamenti molteplici. Questa struttura permette di controllare in modo meticoloso tutte le fasi e di organizzare una vendemmia efficiente.

La Che Box! di Maggio 2021 è dedicata a Ciro Picariello

La Che Box! del mese di Maggio ci porta in Campania, per la precisione a Summonte, Avellino, nell’azienda agricola Ciro Picariello che si estende, interamente in alta collina, su 7 ettari coltivati a Fiano.

Questa piccola azienda è stata fondata nel 2004 da Ciro Picariello, ed è proprio lui ad occuparsi di vigne e vinificazione insieme alla moglie e ai figli. L’obiettivo principale del progetto è, fin dall’inizio, la produzione di uve e vini di ottima qualità.

La Cantina di Ciro Picariello è un vero e proprio punto di riferimento per il territorio campano; Ciro oggi è, infatti, un noto vignaiolo dell’Irpinia. I vigneti si trovano in due piccoli borghi di Summonte e la cantina ha sede a Montefredane.

In vigna è vietato l’uso di pesticidi, diserbanti, concimi chimici: la natura viene lasciata libera di esprimersi, favorendo l’ecosistema. La tecnica base di Ciro Picariello consiste nel massimo arieggiamento e illuminazione del grappolo, che rimane sempre al centro di ogni cosa.

La Che Box! di Marzo 2021 è dedicata a Ripanero

La Che Box! del mese di Marzo torna a parlare di un territorio vulcanico, dopo aver raccontato l’Etna, questa volta ci troviamo nel Vulture. Vulcano inattivo lucano luogo famoso per il vitigno Aglianico.

La cantina che abbiamo scelto per esplorare questo territorio ricco di tradizioni è  “Ripanero”, azienda che nasce dall’amore dei tre proprietari per la propria terra e con la voglia di produrre vini naturali che raccontassero il loro territorio.

La bottiglia più rappresentativa di questa Box è sicuramente “Physis” un Agliancio del Vulture DOC vinificato in acciaio con il solo utilizzo di lieviti indigeni e affinato in botti di rovere per almeno 18 mesi. Un vino che parla del suo territorio e della sua uva più rappresentativa.

Il SanZavino un vino rosso che accompagna i pasti quotidiani con un bouquet di frutta rossa e dal sorso ben equilibrato tra durezze e morbidezze.

In fine Chronos un orange wine prodotto con l’uva a bacca bianca tipica del vulture: la Malvasia. Dopo una macerazione di qualche giorno il vino viene lasciato fermentare e affinare in acciaio. Il vino non subisce nessun tipo di chiarifica e filtrazione.

La Che Box! di Dicembre 2020 è dedicata a Valle Delle Lepri

La famiglia Cecchini, fondatori dell’azienda a cavallo tra San Marino e Rimini, hanno scelto assieme a noi i vini della loro Che Box! Protagonista assoluto di questa Box è il loro metodo classico: “Follia”. Perché è una follia fare metodo classico in una zona come Rimini, ci racconta Luca Cecchini, dove l’estate è generalmente calda e secca. Nella Box di Dicembre, troviamo anche una bottiglia di “Rebola”, Valle delle Lepri fu tra i primi produttori a riscoprire questo antico vitigno autoctono riminese. In fine il “Batèst”, il vino per festeggiare le feste importanti, dedicato al fondatore dell’azienda. Viene prodotto da una piccolissima vigna coltivata ad alberello seguendo i principi della biodinamica.

Il vino consigliato

le oche fattoria san lorenzo

Fattoria San Lorenzo Le Oche

"Le Oche" è un vino bianco maturato per 12 mesi in cemento a contatto con le fecce fini. Un verdicchio dalla personalità estrosa ed eclettica. Naso complesso e intenso con aromi di fiori di ginestra, il sorso è avvolgente, fresco e abbastanza sapido.

Dicono di noi

Hanno parlato di noi

corriere logo
logo dissapore
ilsole24ore logo
logo vanityfair
ilresto logo
foodmakers
tgcom logo
cucina moderna
grazia logo
la repubblica logo
marie logo
natural style recensisce vivere senza supermercato 211
Scorrere fino all'inizio
Chiudere
Chiudere
Chiudere

Carrello

Il carrello è vuoto!

Continua lo shopping