Triple A in vendita online su Che Vino!

Triple A

Triple a

I produttori di vini Triple a risultano organizzati in un vero e proprio movimento con tanto di Manifesto scritto e redatto da Luca Gargano nel luglio del 2001. Questo manifesto è stato stilato in seguito ad una constatazione: la maggior parte dei vini commerciali e standardizzati prodotti nel mondo non esalta – anzi mortifica – le caratteristiche specifiche dei vitigni. Nelle varie parti di mondo è infatti possibile trovare vini simili tra loro, piatti dal punto di vista organolettico.
Secondo il manifesto dei produttori di vini Triple a, per arrivare ad un vino di qualità è necessario possedere tre virtù fondamentali, le cosiddette tre “A”: A di agricoltori, A di artigiani e A di artisti. Solo l'agricoltore che interviene con pratiche agronomiche naturali può stringere un legame di connessione con la terra, lavorando per ottenere un frutto sano. Gli agricoltori lavorano in modo artigianale, senza eccessivi interventi. Gli agricoltori sono anche artisti con una propria sensibilità, amore e rispetto per le proprie idee.

Il Decalogo Tripla a

Per entrare a far parte del movimento Tripla a è necessario riconoscersi e rispettare un determinato catalogo. Innanzitutto i vini Triple a derivano da una selezione completamente manuale delle viti. Gli agricoltori vivono il loro ruolo con estremo rispetto dei cicli naturali ed evitando di utilizzare sostanze chimiche di sintesi. Le uve vengono raccolte solo quando completamente mature, in questo modo saranno sane e il loro processo di trasformazione potrà dirsi realmente fisiologico e compiuto. Additivi e anidride solforosa non devono essere aggiunti ai mosti, è possibile utilizzare esclusivamente lieviti indigeni (non selezionati). I vini Tripla a derivano da un sistema di semplice controllo delle temperature, mentre sono assolutamente vietati tutti gli altri interventi chimici o fisici prima e durante la fermentazione alcolica. Fino al momento atteso dell'imbottigliamento, questi vini maturano sulle proprie fecce fini. Non sono, infine, previsti interventi di correzione da parte dell'uomo, né di chiarificazione o filtrazione prima dell'imbottigliamento.
Il Decalogo Tripla a genera dunque vini speciali in grado di trasmettere ed esprimere al meglio il terroir di provenienza, il carattere di ciascuna bottiglia risulterà così unico.
Gli aderenti al progetto, negli ultimi dieci anni, sono aumentati sempre di più. Ciò che spinge questi produttori – agricoltori ad un tale desiderio di appartenenza è l'amore nei confronti delle tradizioni, del nostro passato contadino e dei metodi agricoli rispettosi della terra e della natura in genere.

Vini Triple a

Il catalogo commerciale di eccellenza stilato da Luca Gargano nel 2001 si concentra sulle necessità – contraria alla standardizzazione commerciale – di far spiccare le peculiarità di ogni singolo vitigno. In questo contesto, fondamentale è il legame con il territorio e la personalità del produttore. Non a caso gli aderenti al Manifesto Triple a si riconoscono in queste tre etichette: Agricoltori, Artigiani, Artisti.
I vini triple a sono dunque iconica espressione dell'artigianlità, basata sull'esaltazione del mondo agricolo antico. Per menzionarne solo un paio, ecco due nomi di successo: Cantina Pepe Emidio e Paradiso di Manfredi, tra i primi produttori italiani importanti ad aver ottenuto risonanza internazionale come aderenti al manifesto.
Chi entra a far parte di questo mondo deve ovviamente rispettare un protocollo, ma oggi, dopo molti anni di attività, le produzioni Triple a vantano al loro interno numerosi caratteri differenti. Alcuni provengono da vitigni rari e autoctoni, altri da vitigni internazionali. Si tratta di un mercato florido perché oggi i consumatori dimostrano di essere affascinati da un certo gusto per l'ancestrale, per quei sapori unici – talvolta anche ambivalenti o contrastanti – che solo un determinato approccio enologico può generare.

Ordina:

"Rosso" 2019 Vino rosso

Vitigni:
Uve rosse
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Triple A, Vini Artigianali, Vini Senza solfiti aggiunti
Grappoli Che Vino!:
2

Il “Rosso” di Cantina Fontana è un vino rosso di matrice territoriale. Nasce dalla voglia di sperimentare e osare di Mario Fontana. Dopo la macerazione dell’uva, principe delle langhe, assieme con i raspi (di ispirazione francese Beaujolais). Il vino prosegue la sua maturazione in botti di vetro-resina. Al naso i profumi sono di frutta rossa e di sotto bosco, con note erbacee e macchia mediterranea.  Il sorso è austero e ben equilibrato con una bella freschezza è un finale fruttato.

"Rosso U Neigru" 2019 Vino rosso

Vitigni:
Bonamico, Canaiolo
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Triple A, Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali, Vini Senza solfiti aggiunti
Grappoli Che Vino!:
2

Il vino rosso “U Neigru” di Possa nasce dalla sapiente vinificazione di uve Canaiolo e Bonamico coltivate sulle coste delle Cinque Terre, dove la viticoltura è eroica. La fermentazione avviene in modo del tutto naturale e spontaneo senza l’utilizzo di alcun tipo di lievito selezionato. Il vino matura in barrique usate di rovere e castagno. Il vino al naso ricorda molto il territorio da cui nasce: note salmastre, note di macchia meditteranea come il rosmarino. Al palato è fresco, ben equilibrato e sapido. Un vino che rispecchia il territorio da cui nasce.

"Ageno" 2017 IGT Emilia

Vitigni:
Malvasia di Candia, Ortrugo, Trebbiano
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Macerati sulle bucce, Orange Wine, Triple A, Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
2

Il vino bianco “Ageno” prodotto da La Stoppa è un orange wine dalla grande complessità. E’ una dedica al fondatore dell’azienda l’avvocato Giancarlo Ageno, che ha sempre creduto nelle potenzialità del territorio. Le uve bianche utilizzate per questo grande Orange sono quelle tipiche piacentine: Malvasia di Candia, Trebbiano e Ortugo. La vinificazione avviene in vasche d’acciaio inox, la fermentazione è spontanea, le vinacce rimangono a contatto con il vino per 4 mesi. Successivamente il vino affina in botti di legno per almeno 12 mesi. Al naso i profumi sono complessi e intensi: smalto, uva passa, spezie orientali come la cuccuma e il curry. Al palato il vino è tannico, equilibrato e persistente.

"Siccagno" 2018 Terre Siciliane IGT

Vitigni:
Nero d'Avola
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Triple A, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
2

Il vino rosso “Siccagno” di Arianna Occhipinti è un Nero d’Avola che nasce dalle uve di vecchie vigne che hanno un’età media di 40 anni. Dopo una lunga macerazione sulle bucce in cemento e un affinamento di almeno 16 mesi in botti di legno. Al naso si presenta intenso e complesso con aromi che spaziano dalla spaziatura alla frutta sotto spirito. In bocca è secco, caldo avvolgente, ben equilibrato con un finale lungo e saporito dal gusto di prugna e liquirizia.

"Macchiona" 2013 IGT Emilia

Vitigni:
Barbera, Croatina
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Triple A, Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali, Vini Senza solfiti aggiunti
Grappoli Che Vino!:
1

Il vino rosso “Macchiona” di La Stoppa è prodotto con la vinificazione delle uve Bonarda e Barbera, due vitigni a bacca rossa tipici del piacentino. Il vino rimane a contatto con le bucce per circa 40 giorni in tini d’acciaio, prosegue la sua maturazione in botti di rovere per almeno 12 mesi. Al naso i profumi sono intensi e complessi: frutta rossa matura, confetture di more, pepe nero e sensazioni ossidative. Il sorso è tannico, succoso con una buona sapidità e un’ottima persistenza.

Il vino consigliato

le oche fattoria san lorenzo

Fattoria San Lorenzo Le Oche 2018

"Le Oche" è un vino bianco maturato per 12 mesi in cemento a contatto con le fecce fini. Un verdicchio dalla personalità estrosa ed eclettica. Naso complesso e intenso con aromi di fiori di ginestra, il sorso è avvolgente, fresco e abbastanza sapido.

Dicono di noi

Hanno parlato di noi

corriere logo
logo dissapore
ilsole24ore logo
logo vanityfair
ilresto logo
foodmakers
tgcom logo
cucina moderna
grazia logo
la repubblica logo
marie logo
natural style recensisce vivere senza supermercato 211
Scorrere fino all'inizio
Chiudere
Chiudere
Chiudere

Carrello

Il carrello è vuoto!

Continua lo shopping