I Migliori Vini Italiani su Che Vino! il tuo negozio online

Tutti i Vini Italiani

Vini italiani

Non si può parlare dell'Italia senza parlare di vini. Infatti, insieme alla Francia, l'Italia si trova ai primissimi posti nella produzione di vini esclusivi e d'eccellenza. I vini italiani sono tra i più importanti d'Europa e anche quelli che portano avanti bagagli ricchi delle tradizioni più antiche. Le origini della viticoltura italiana vengono fatte risalire all'epoca degli Etruschi. Un contributo fondamentale lo diedero, poi, i Romani sia sul versante della produzione vitivinicola, sia su quello del commercio.
Ma quando nacque la viticoltura italiana così come la conosciamo oggi? A quando risalgono i vini italiani più noti al giorno d'oggi? Le origini vanno ricercate intorno al 1800, quando, grazie ad uno scambio fortuito con la Francia, Toscana e Piemonte cominciarono a produrre vini italiani sempre migliori: ecco che nacquero ad esempio il Brunello, il Chianti, il Barolo.

Vini pregiati italiani

Senza dubbio l'Italia è uno dei produttori maggiori di vini pregiati. In tutte le regioni d'Italia oggi vengono prodotti vini d'eccellenza, ma non si può fare un discorso completo sui vini pregiati italiani senza approfondire il tema vini rossi che hanno fatto la storia. Impossibile non citare la zona delle Langhe in Piemonte: qui troviamo il Nebbiolo e il Barolo, vini apprezzatissimi in Italia e nel resto del mondo. Pensando, poi, alla Toscana, è bene sottolineare come la sperimentazione e la ricerca in campo enologico di questa regione sia riuscita ad allargare sempre più il proprio bacino di influenza. I vini rossi toscani sono molto famosi nel mondo, basterà nominare il Brunello di Montalcino o il Chianti Classico, entrambi estremamente rappresentativi di questa terra e provenienti da vitigni Sangiovese. Rimanendo in Toscana e parlando di pregio e qualità, è necessario nominare la famiglia Marchesi Frescobaldi, prestigiosi produttori di vini. Dal lavoro armonico e perfetto di questo progetto nascono etichette eccellenti: la dedizione estrema nella coltivazione dell'uva si unisce all'amore per comunicazione, tradizione e voglia di sperimentare. Anche il Veneto è una regione da tenere bene a mente quando si parla di vini italiani pregiati, qui le produzioni a marchio DOCG sono ben 14 e i vini prodotti custodiscono un fascino raffinato e particolare. Un nome su tutti è Amarone della Valpolicella DOCG, vino rosso secco passito dalle origini antiche prodotto solamente in una specifica area veronese, la Valpolicella.

I migliori vini italiani pregiati

Come abbiamo visto, quando pensiamo ai vini italiani pregiati non possiamo fare a meno di menzionare quelli prodotti da vitigni a bacca rossa; infatti sono rossi molti dei vini italiani famosi nel mondo, amati e apprezzati all'estero. Ma oltre a conoscerne la storia, i nomi, le tradizioni, è importante chiedersi cosa rende un vino pregiato. Quali sono i parametri che dobbiamo prendere in considerazione per stilare un nostro elenco personale e dunque individuare l'eccellenza? Detto in modo semplice, cosa differenzia una vino pregiato da un buon vino qualunque?

Innanzitutto, la storia. I vini pregiati vanno sempre studiati e analizzati con attenzione perché non si sviluppano mai per caso. Al contrario, raggiungono l'eccellenza grazie ad una lavorazione meticolosa e a determinate caratteristiche ambientali. Il lavoro in azienda è fondamentale, tutte le fasi della produzione sono importanti: dalla selezione del vitigno, a quella dei grappoli (sempre manuale quando si parla di vini pregiati). Pensiamo ancora una volta alla Toscana per comprendere a fondo l'importanza della storia: già dal 1500 è possibile rintracciare aneddoti riguardanti la coltivazione di uve Sangiovese, le stesse uve portatrici nel mondo dei più importanti vini pregiati italiani: Chianti Classico, Brunello di Montalcino. Un altro fattore fondamentale per la produzione di vini pregiati è il rispetto del tempo che deve essere lento e dilatato. I tempi di vinificazione devono essere necessariamente lunghi, l'osservazione è il primo dato da acquisire, a volte può diventare necessario rinunciare ad un'annata perché quando si parla di pregio le aspettative sono fondamentali e non vanno mai deluse.
Ed infine, si arriva al fattore prezzo. I migliori vini italiani pregiati sono sempre costosi? Non è detto, si possono trovare vini d'eccellenza a prezzi contenuti. Ma è pur sempre vero che spesso il pregio si paga e il fattore tempo gioca un ruolo fondamentale. Per raggiungere determinate aspettative, un sapore o un profumo particolare, possono essere necessari anni interi, ed è per questo motivo che il tempo può far lievitare il prezzo di una bottiglia speciale.

Ordina:

"Siccagno" 2018 Terre Siciliane IGT

Vitigni:
Albanello, Moscato Di Alessandria
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Lieviti indigeni, Triple A, Vini Artigianali
Grappoli Che Vino!:
2

Il vino rosso “Siccagno” di Arianna Occhipinti è un Nero d’Avola che nasce dalle uve di vecchie vigne che hanno un’età media di 40 anni. Dopo una lunga macerazione sulle bucce in cemento e un affinamento di almeno 16 mesi in botti di legno. Al naso si presenta intenso e complesso con aromi che spaziano dalla spaziatura alla frutta sotto spirito. In bocca è secco, caldo avvolgente, ben equilibrato con un finale lungo e saporito dal gusto di prugna e liquirizia.

"Pinot Nero" 2018 IGT Forlì

Vitigni:
Pinot Nero
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
3

Il “Pinot Nero” di Pertinello è un vino rosso da uve 100% Pinot Nero dai vigneti più alti dell’azienda, la vendemmia è manuale e le uve vengono raccolte in piccole cassette. Al naso è intenso e complesso con sentori di fiori, piccoli frutti rossi e spezie. Al palato è avvolgente, equilibrato con una buona sapidità e un finale fruttato.

"Verdicchio di Matelica" 2018 Verdicchio di Matelica DOC

Vitigni:
Verdicchio
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
3

Il “Verdicchio di Matelica” di Colpaola è un vino bianco prodotto in modo eroico. Le uve provengono da un vigneto che ha un’altitudine di 650 metri sul livello del mare. L’altitudine e il terreno donano al vino grandissima qualità ed eleganza. Al naso i profumi sono di fiori bianchi come il biancospino, frutta a pasta gialla e di erbe officinali. Al palato è fresco, scorrevole, dotato di una grande bevibilità e persistenza. Chiude con un finale sapido e agrumato.

"Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore" 2018 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico DOC

Vitigni:
Verdicchio
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Vignaioli Indipendenti, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
2

Il “Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore” di Villa Bucci è un vino bianco prodotto dall’omonima azienda è un vino elegante e raffinato. Al naso è fragrante con note di fruttate, agrumi e di fiori bianchi. Il sorso è decisamente lungo, fresco e con una buona sapidità.

"Campo di Raina" 2017 Montefalco Sagrantino DOCG

Vitigni:
Sagrantino
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali, Vini Biodinamici Italiani, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
2

Il vino rosso “Campo di Raina” è un Sagrantino di Montefalco prodotto dall’azienda Raina seguendo i principi della biodinamica. Le uve 100% Sagrantino sono coltivate ad altitudine di circa 250 metri sul livello del mare su terreni franco argillosi. Dopo una breve macerazione sulle bucce e una fermentazione alcolica con lieviti indigeni il vino affina in botti di rovere per almeno 24 mesi. Un bouquet ricco di profumi come l’amarena, piccoli frutti di bosco e fiori di campo. Al palato è caldo, avvolgente, con una buona persistenza.

"Grechetto" 2020 IGT Umbria

Vitigni:
Grechetto gentile
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Vignaioli Indipendenti, Vini Artigianali, Vini Biodinamici Italiani, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
3

Il “Grechetto”della cantina Raina è un vino bianco umbro realizzato esclusivamente con uve di Grechetto e vinificate con l’utilizzo di lieviti indigeni e con una breve macerazione sulle bucce in contenitori d’acciaio. Al naso note di frutta gialla come la pesca e note vegetali e erbacee. Al palato è caldo, avvolgente con una buona freschezza e mineralità.

Nuovo17% Sconto
i muretti almadira spumante 6 bottiglie

Almadira (6 bottiglie)

Vitigni:
Famoso, Grechetto gentile
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
1

“Almadira” di Agricola I Muretti è un vino spumante prodotto a Montecolombo nelle colline Riminesi. Il nome scelto dai fratelli Bianchini per questo vino racchiude il loro amore per la terra e il mare. Almadira infatti in dialetto riccionese significa il legname che il mare riporta sulla spiaggia dopo una mareggiata. Prodotto con uve Greghetto e Famoso raccolte anticipatamente in piccole cassette e vinificato in modo naturale con l’utilizzo di lieviti indigeni in tini d’acciaio. La spumantizzazione avviene con il Metodo Charmat in piccole autoclavi. Al naso i profumi sono eleganti e intensi con note di gelsomino e pesca bianca. In bocca è fresco, sapido e con un perlage setoso.

"Favola" 2020 Rebola Colli di Rimini DOC

Vitigni:
Grechetto gentile
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
1

“Favola” di Cantina Fiammetta è una Rebola Colli di Rimini prodotta esclusivamente da vigneti coltivati seguendo i principi dell’agricoltura biologica. E’ un vino bianco che si adatta particolarmente alla cucina di mare con una predilezione di piatti che richiedono un vino di buona struttura. Al naso profumi di frutta a pasta gialla, fiori gialli. Al palato è caldo, avvolgente con una buona acidità che rende il sorso equilibrato, termina con un finale leggermente mandorlato tipico del Grechetto Gentile.

"Probi" 2017 Romagna Sangiovese Modigliana Riserva DOC

Vitigni:
Sangiovese
Formato:
0.75l
Filosofia produttiva:
Vini Artigianali, Vini Biologici
Grappoli Che Vino!:
3

Il Romagna Sangiovese Riserva Modigliana “I Probi” della azienda Villa Papiano è un vino rosso elegante e complesso. E’ un sangiovese che parla del territorio da cui nasce: Modigliana, piccolo borgo nell’Appennino Tosco-Romagnolo. I vigneti sono dislocati ad un’altitudine di 530m sul livello del mare su terreni ricchi di arenaria con intrusioni di argilla. Il vino è dotato di un carattere fruttato e morbido grazie ad un un lungo affinamento in cemento e legno che ammorbidisce il tannino donando un grande equilibrato al palato. I profumi di piccola frutta rossa, di spezie dolci e note di boisé donano al palato una piacevole espressività.

Il vino consigliato della settimana

1701 franciacorta brut nature

1701 Franciacorta Brut Nature

Lo spumante metodo classico "Brut Nature" di 1701 Franciacorta è il primo vino della Franciacorta ad essere prodotto seguendo le filosofie della biodinamica ed è il primo certificato Demeter. L'azienda nata nel 2009 ha subito optato per una agricoltura sostenibile, ecologica nel rispetto dell'ambiente e del territorio. Il Franciacorta Brut Nature è prodotto utilizzando lo Chardonnay e il Pinot Nero con una maggior prevalenza del vitigno a bacca bianca. La sosta sui lieviti è di oltre i 30 mesi.  Al naso sprigiona note di frutta gialla, fiori bianchi e profumi di pasticceria. Al palato ha una buona persistenza, con un ottimo equilibrio tra le morbidezze e le durezze.

Dicono di noi

Hanno parlato di noi

corriere logo
logo dissapore
ilsole24ore logo
logo vanityfair
ilresto logo
foodmakers
tgcom logo
cucina moderna
grazia logo
la repubblica logo
marie logo
natural style recensisce vivere senza supermercato 211
Scorrere fino all'inizio
Chiudere
Chiudere
Chiudere

Carrello

Shopping cart is empty!

Continue Shopping